FONDO NUOVE COMPETENZE

Il Fondo Nuove Competenze è un fondo pubblico cofinanziato dal Fondo sociale europeo, nato per contrastare gli effetti economici dell’epidemia Covid-19. Permette alle imprese di adeguare le competenze dei lavoratori, destinando parte dell’orario alla formazione.
Le ore di stipendio del personale in formazione sono a carico del fondo, grazie ai contributi dello Stato e del Fse – Pon Spao, gestito da Anpal.

Data inizio presentazione: 09/10/2020
Data fine presentazione: 30/06/2021

Percentuale aiuto: Copertura del costo del lavoro fino a 250 ore per lavoratore
Beneficiari: Tutte le imprese
Localizzazione: Italia

Progetti o tematiche ammesse: Formazione
Spese ammesse: Personale

Quali sono i soggetti ammessi?

Possono beneficiare dei contributi finanziari erogati dal Fondo Nuove Competenze i datori di lavoro privati che abbiano stipulato con i sindacati accordi collettivi (aziendali o territoriali) di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa stabilendo che parte dell’orario di lavoro sia finalizzato alla realizzazione di appositi percorsi di sviluppo delle competenze del lavoratore.

Quali sono i progetti e le spese ammesse?

Il Fondo Nuove Competenze finanzia il costo del lavoro dei lavoratori coinvolti in specifici ed innovativi progetti formativi, prevedendo i soggetti da coinvolgere nei percorsi formativi, il numero di ore dell’orario di lavoro da destinare a tali percorsi per lo sviluppo delle competenze nonché, qualora la formazione sia erogata dall’impresa, è inoltre necessario dimostrare il possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali di capacità formativa per lo svolgimento del progetto stesso.

 

In cosa consiste l'agevolazione?

Il Fondo Nuove Competenze finanzia il costo del lavoro di dipendenti coinvolti in percorsi formativi a fronte di una rimodulazione dell’orario di lavoro.

Il limite massimo delle ore da destinare allo sviluppo delle competenze per lavoratore, previa rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa ovvero per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori, è individuato in 250 ore.